Tiziano Crudeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vai a: Navigazione, cerca

Tiziano Crudeli (Forlì) è un giornalista sportivo italiano.

Nato a Forlì, si è trasferito giovanissimo a Milano. Ha giocato nelle giovanili del Milan e nel Porto Potenza Picena.

Indice

[nascondi]

[modifica] Carriera

È stato capo ufficio stampa del Comitato regionale Lombardo della Federazione Italiana Tennis ed ha ricoperto la carica di direttore delle riviste Tennis Lombardo ed Il Giornale del Tennis. Ha condotto trasmissioni sul tennis per TVCI e Globo Tv.

Passato ad occuparsi di calcio, Crudeli ha dapprima lavorato a Radio Peter Flowers, Telereporter ed Antenna 3, oltre a scrivere per La Notte e Tuttosport, per poi passare a svolgere un ruolo di telecronista a Telelombardia in Qui Studio a Voi Stadio, un talk-show condotto dapprima da Giorgio Micheletti e da qualche anno da Fabio Ravezzani, che ospita sportivi e giornalisti sportivi. Inoltre collabora con il quotidiano Il Giorno e con la rivista Forza Milan. Il 6 gennaio 2007 è passato da Telelombardia a Italia 7 Gold, altra emittente locale, assieme al compare di diverbi Elio Corno.

Ha partecipato in qualità di opinionista alla trasmissione televisiva Il Processo di Biscardi e ad altre trasmissioni su Milan Channel.

[modifica] Le telecronache milaniste di Crudeli

Le telecronache di Crudeli su Telelombardia sono diventate un fatto di costume, almeno nell'ambiente calcistico. Caratterizzate dalla faziosità in chiave milanista, con esultanza in stile sudamericano per i goal della squadra rossonera; questo particolare lo ha reso un'icona per i tifosi lombardi, milanisti e non.

[modifica] Esultanze celebri

Per esaltare le gesta dei giocatori in campo:

Collabora a Wikiquote
«Ed è Goool!»
Collabora a Wikiquote
«Sheva, Sheva, Sheva, Shevcheeeenko!»
Collabora a Wikiquote
«Miracolo di Didaaa!»

Per deridere l'avversario Elio Corno, interista e altrettanto schierato, gli si rivolge così:

Collabora a Wikiquote
«Corrrno, Corrrno...»

[modifica] Curiosità

[modifica] Altre attività

[modifica] Note

  1. fonte Audio di Crudeli che esulta per un gol di Lothar Matthäus

[modifica] Bibliografia

[modifica] Collegamenti esterni

Estratto da "http://it.wikipedia.org/wiki/Tiziano_Crudeli"